HomeDr. Giovanni ChettaHome - Terapie e Consulenze - Corsi - Pubblicazioni e Conferenze - Mappa Sito - Contatti
Associazione AssoTIB
Educazione Mentale
"La salute è un puzzle composto da educazione alimentare, fisica e mentale


Ricerca avanzata

Newsletter

Utilità:

Glossario
Cerca e links
Mappa del sito
Disclaimer e copyright


Community:

Associazione AssoTIB
Fiere ed eventi TIB
Guestbook, Blog,
Newsletter, Forum ecc.

Noi aderiamo ai principi della carta HONcode della Fondazione Health On the NetAderiamo ai
principi HONcode
per l'informazione
medica - verifica

Benessere psichico
La Programmazione Neuro-Linguistica (PNL)

"Ritrovare il giusto equilibrio in ogni situazione è un sogno realizzabile!"

L'unione mente-corpo è ormai unanimemente riconosciuta dopo le dimostrazioni scientifiche della psiconeuroimmunologia. Mente e corpo, stati d'animo, pensiero, e reazioni fisiologiche sono strettamente integrate e si condizionano a vicenda istante per istante. Benessere psichico e benessere fisico sono due aspetti imprescindibili l'uno dall'altro. "L'animale motorio uomo", col passare degli anni, subisce sempre più l'influenza della mente consapevole, considerata erroneamente superiore. Essa in realtà spesso genera in noi, tramite preconcetti, pregiudizi, convinzioni limitanti ecc., circoli mentali viziosi in grado di comportare, a lungo o breve termine, malesseri fisici oltre che psichici.
Oggi si sono sviluppate, grazie ai continui sviluppi delle neuroscienze, "tecnologie mentali", quali la PNL (programmazione-neurolinguistica), in grado di affrontare efficacemente, anche in tempi brevi, numerose problematiche psichiche portando a un aumento della consapevolezza e del controllo sui propri stati d'animo e quindi sui comportamenti. L'educazione mentale risulta quindi parte integrante di qualunque programma di benessere.

La PNL è una metodologia basata sul principio che ogni comportamento possiede una struttura che può essere modellata, appresa ed insegnata. La programmazione neuro-linguistica è una tecnologia che consente di organizzare le informazioni e le percezioni, in modo da raggiungere risultati ritenuti impossibili in passato, agendo non sui contenuti ma sui meccanismi elementari di funzionamento del nostro cervello.

La programmazione neurolinguistica è nata dal frutto di anni di ricerche, compiute da Richard Bandler e John Grinder, orientate a scoprire quali fossero gli elementi comportamentali e linguistici che permettevano a psicoterapeuti di orientamento teorico diverso, come Fritz Perls, Milton Erickson e Virginia Satir, di avere una costanza di risultati positivi talmente rilevante. I risultati sono stati l'individuazione di una serie di strategie comportamentali e di modelli linguistici specifici e riproducibili.

La Programmazione Neuro-Linguistica è stata creata per permetterci di individuare modi nuovi di comprendere come la comunicazione, verbale e non verbale nonchè la visualizzazione, influisce sul cervello umano. Di conseguenza essa rappresenta l'opportunità non solo di comunicare meglio con gli altri ma anche di imparare ad avere maggior controllo su alcuni processi della nostra neurologia, i condizionamenti neuroassociativi (neuroassociazioni), che erroneamente vengono considerati "automatici".
Una recente frase di colui che ha dato inizio e che ancora oggi sta sviluppando la PNL può aiutare a spiegare meglio il concetto: "Una delle cose che le persone devono realmente comprendere sul lavoro della mia vita è che esso non riguarda la terapia o il business - riguarda la libertà" Richard Bandler.

Riguardo i condizionamenti neuroassociativi, come dimostrò il fisiologo russo Ivan P. Pavlov, premio Nobel nel 1904, nel suo famoso esperimento sulla secrezione salivare in risposta a determinati stimoli (noto universalmente come "condizionamento classico"), esistono determinati stimoli, definiti "stimoli condizionati", che inducono delle "risposte comportamentali condizionate".
Nel suo esperimento Pavlov suonava un campanello ogni volta che presentava a un cane il cibo. In questo modo creò nel cane una cosiddetta "neuroassociazione" tra cibo e suono del campanello in grado di stimolare nel cane una risposta comportamentale condizionata (condizionamento neuroassociativo): attivando il solo suono, il cane reagiva in maniera identica a quando gli veniva presentato il cibo cioè con la salivazione.

Ulteriori esperimenti, condotti anche su soggetti umani, dimostrarono che il condizionamento neuroassociativo (neuroassociazione) è tanto più forte quanto più cresce il numero delle esperienze ad esso relative e quanto più intenso è lo stato d'animo associato; e noi sappiamo che ogni comportamento è dettato da un preciso stato d'animo. Tale "apprendimento" resta latente, relegato nell'inconscio, pronto a riattivarsi al presentarsi dello stimolo giusto. Se teniamo conto del fatto che, come afferma M. S. Gazzaniga direttore del "Program in Cognitive Neuroscience" presso il Darmouth College, "il 98% di quello che fa il cervello è al di fuori del dominio della coscienza", possiamo comprendere l'enorme importanza che i condizionamenti neuroassociativi hanno nella nostra vita, nella determinazione dei nostri stati d'animo e, di conseguenza, dei nostri comportamenti.

Come afferma M. Erickson, nel suo libro ‘Ipnoterapia’, “la mente umana è un processo dinamico, che corregge, modifica e riformula continuamente se stessa. Le incompatibilità sono o risolte in un modo soddisfacente, oppure espresse come ‘problemi’ (complessi, nevrosi, sintomi psicosomatici, ecc.)” e, nel libro ‘Guarire con l’ipnosi’, aggiunge “l’essenza della psicoterapia è di far accettare nuove idee e nuovi modi di vedere le cose”.
Data la totale integrazione mente-corpo, i campi di applicazione delle tecniche mentali, quali la PNL, sono praticamente infiniti e vanno dalla terapia all'insegnamento, al marketing ecc. Peculiarità della programmazione neurolinguistica è quella di poter agire in sinergia con altre tecniche migliorandone considerevolmente le performances. Particolarmente vantaggioso è, ad esempio, nel campo terapeutico, il suo abbnamento a tecniche corporee quali massaggio, corretta attività fisica, rieducazione posturale, educazione alimentare ecc.
Nel prossimo capitolo parleremo dello stress, dei suoi meccanismi d'azione, di come condiziona la nostra vita e di come affrontarlo al meglio.

Educazione Mentale:

Approfondimenti del capitolo:
Siti correlati:

Bibliografia essenziale:

Corsi inerenti:

Guestbook libro degli ospiti

Newsletter

Ricerca avanzata


- Educazione alimentare
- Educazione fisica
- Educazione mentale
Home - Presentazione - AssoTIB - Terapie e Consulenze - Corsi - Pubblicazioni e Conferenze - Mappa Sito - ContattiSu

Pagina aggiornata il 01/03/2008
TIBodywork Institute srl - Dr. Giovanni Chetta - AssoTIB - www.giovannichetta.it - info@giovannichetta.it
20862 Arcore (Monza e Brianza) - via Casati 201, Italy, tel +39 0396014575
Disclaimer e copyright