HomeDr. Giovanni ChettaHome - Terapie e Consulenze - Corsi - Pubblicazioni e Conferenze - Mappa Sito - Contatti
Associazione AssoTIB
Educazione Fisica
"La salute è un puzzle composto da educazione alimentare, fisica e mentale"


Ricerca avanzata

Newsletter

Utilità:

Glossario
Cerca e links
Mappa del sito
Disclaimer e copyright


Community:

Associazione AssoTIB
Fiere ed eventi TIB
Guestbook, Blog,
Newsletter, Forum ecc.

Noi aderiamo ai principi della carta HONcode della Fondazione Health On the NetAderiamo ai
principi HONcode
per l'informazione
medica - verifica

Rieducazione posturale
Un programma completo di cura e prevenzione

"La principale sfida del XXI secolo è: come prendere un corpo che è stato sviluppato per un mondo di 70.000 anni fa è adattarlo al mondo post-industriale in cui viviamo" Thomas W. Myers, 2007.

A partire dal primo capitolo in poi, abbiamo evidenziato come le alterazioni della postura, del nostro sistema tonico posturale e quindi del sistema connettivo, siano comuni in quasi tutti noi a causa, prima di tutto, del terreno piano. La prima reazione del nostro organismo è l'iperlordosi lombare da cui si dipartono, col passare del tempo e in base alle caratteristiche proprie di ogni soggetto, anomalie e disfunzioni, sia a livello muscolo-scheletrico che organico, in tutto il corpo.
In realtà, col procedere degli studi posturologici, risulta sempre maggiore il quadro delle problematiche legate alla postura.
Da tutto ciò scaturisce l'importanza di una corretta rieducazione personale per il benessere generale dell'organismo.

E' evidente che la vera soluzione ai disturbi di origine posturale non può essere rappresentata dall'assunzione continua di farmaci o da interventi chirurgici. Essi dovranno rappresentare, rispettivamente, fasi sinergiche temporanee e rare e indispensabili eccezioni. Un corretto approccio terapeutico deve mirare innanzitutto al riallineamento posturale, ovvero alla normalizzazione del baricentro generale del corpo tramite inputs capaci di creare nel nostro cibernetico sistema dell'equilibrio nuove e più funzionali strategie posturali (engrammi).

La tecnologia oggi ci consente di eseguire precisi esami posturali che si avvalgono di avanzate e specifiche strumentazioni di valutazione e controllo (baropodometria, stabilometria, sistemi BAK e Formetric, elettromiografia di superficie ecc.). Ciò consente di progettare, per ogni caso specifico, l'ideale interfaccia uomo-ambiente (plantare e/o calzatura ergonomica), che funge da fondamenta, e l'ideale "tetto" ovvero il bite (ortotico). In questo modo, il ripristino della corretta postura non avverrà in maniera forzata e perlopiù transitoria, come accadeva in passato (tramite ad esempio ginnastica correttiva, busti o scarpe ortopediche), ma in maniera naturale, graduale e stabile. Il sistema posturale, sentendosi su un terreno a lui più funzionale, inizierà immediatamente l'adeguamento posturale.
Tutto ciò nella maniera più personalizzata possibile e senza limiti di età.

Naturalmente l'utilizzo del plantare ergonomico e dell'eventuale bite (ortotico) dovrà sempre essere accompagnato da un programma masso-fisio-chinesi-terapico personalizzato che potrà includere, a seconda dei casi, specifici: massaggio, esercizio fisico (stretching e rinforzo muscolare, mobilizzazioni articolari, manipolazioni articolari (chiropratica, atlantotec ecc.) rieducazione motoria, ginnastica posturale , rieducazione respiratoria) e fisioterapia strumentale. L'intervento fisioterapico agevolerà enormemente il lavoro svolto dal tutore plantare e stomatognatico (ortotico) e quindi la normalizzazione posturale.

E' chiaro che la complessità del nostro organismo richiede un approccio multidisciplinare alla posturologia. Un riassetto posturale infatti riguarda l'organismo nella sua completezza, incluso l'ambito psichico e alimentare. Il protocollo di rieducazione posturale quindi prevede normalmente un'equipe di specialisti in vari settori, in base alle problematiche presenti. Oltre a quella dell'ortopedico e del fisiatra, spesso sarà necessaria la collaborazione dell'odontoiatra e dello gnatologo, per eliminare eventuali blocchi posturali superiori relativi all'apparato stomatognatico, e, in base alle necessità, di altri specialisti (oculista, otoneurolgo, angiologo ecc.).
Di fondamentale importanza è la diagnosi iniziale. che deve essere antecedente all'esame posturale e che deve escludere o evidenziare problematiche di origine non posturale in grado di comportare disfunzioni della postura (vestibolari, oculomotorie, neurologiche, miofunzionali, autoimmuni ecc.). In presenza di quest'ultime, esse andranno di norma risolte, tramite cure e trattamenti specialistici, prima dell'inizio della rieducazione posturale.
Solo in questo modo il programma di rieducazione posturale potrà contribuire notevolmente al ripristino o al miglioramento del benessere della persona, in maniera funzionale e duratura.
Nella prossima sezione analizzeremo il massaggio mentre alla pagina casistica sono presenti una serie di esempi reali di rieducazione posturale.

Educazione Fisica:

Approfondimenti del capitolo:
Argomenti correlati:
Bibliografia essenziale:

Video correlati:

video tibodyworkPresentazione metodo di trattamento e formazione TIBodywork
video importanza bodyworkImportanza del Bodywork e delle relative figure professionali


Corsi inerenti:
Newsletter

Ricerca avanzata


- Educazione alimentare
- Educazione fisica
- Educazione mentale
Home - Presentazione - AssoTIB - Terapie e Consulenze - Corsi - Pubblicazioni e Conferenze - Mappa Sito - ContattiSu

Pagina aggiornata il 16/12/2007
TIBodywork Institute srl - Dr. Giovanni Chetta - AssoTIB - www.giovannichetta.it - info@giovannichetta.it
20862 Arcore (Monza e Brianza) - via Casati 201, Italy, tel +39 0396014575
Disclaimer e copyright