HomeDr. Giovanni ChettaHome - Terapie e Consulenze - Corsi - Pubblicazioni e Conferenze - Mappa Sito - Contatti
Associazione AssoTIB
Educazione Alimentare
"La salute è un puzzle composto da educazione alimentare, fisica e mentale"


Ricerca avanzata

Newsletter

Utilità:

Glossario
Cerca e links
Mappa del sito
Disclaimer e copyright


Community:

Associazione AssoTIB
Fiere ed eventi TIB
Guestbook, Blog,
Newsletter, Forum ecc.

Noi aderiamo ai principi della carta HONcode della Fondazione Health On the NetAderiamo ai
principi HONcode
per l'informazione
medica - verifica

Consigli alimentari
Con riferimento alle più recenti indicazioni CEE, USDA (Dipartimento dell'Agricoltura USA) e AHA (American Heart Association)

  1. Mangiate sempre in un clima sereno e rilassato; non trascurate mai questo aspetto: lo stress ostacola fisiologicamente i processi digestivi (reazione di stress).
  2. Masticate sempre a lungo: la fase digestiva che avviene in bocca e' di importanza fondamentale.
  3. Bevete lentamente e, durante i pasti, in quantita' moderata.
  4. Ogni pasto deve essere completo e deve consistere di una base di carboidrati (da pane, pasta, riso, polenta, farro, prodotti da forno e altri farinacei) accompagnata da proteine (da legumi, formaggi, pesce, carni, uova, futta secca), grassi (da olio, burro, strutto ecc.), vitamine e sali minerali (da verdure e frutta).
  5. Nutritevi a colazione come un principe (pasto non abbondante ma ricco di nutrienti), a pranzo come un borghese (pasto piu' abbondante), a cena come un mendicante (pasto ricco di verdure).
  6. Non combinate piu' alimenti proteici (legumi, carne, pesce, uova, formaggi, noci) contemporaneamente: essi richiedono ambienti digestivi molto diversi fra loro.
  7. Preferite i cibi di origine vegetale a quelli di origine animale: come grassi preferite l'olio di oliva extravergine, come proteine preferite i legumi (fagioli, lenticchie, fave, ceci) e la frutta secca (noci e mandorle in particolare).
  8. Limitate a non piu' di 4 pasti a settimana il consumo di carne e suoi derivati di qualunque tipo e contemporaneamente aumentate il consumo di legumi. Evitate gli insaccati di provenienza ignota e la carne in scatola. Fra le carni, privilegiate prosciutto crudo e bresaola.
  9. Limitate il consumo di formaggi e latticini a massimo 3 pasti settimanali. Preferite i formaggi freschi a quelli stagionati. Evitate i formaggi contenenti sali fondenti (presenti solitamente in formaggini e formaggi cremosi) e la "falsa mozzarella" per la pizza. Non è indispensabile bere il latte (bevetelo moderatamente solo se ben tollerato).
  10. Mangiate (moderatamente) frutta secca: 2-3 noci o mandorle al giorno sono utilissime alla salute per la loro ricchezza in sali minerali, acidi grassi essenziali e proteine.
  11. Consumate 2-3 uova alla settimana, meglio se prese dal bravo contadino. Cucinatele alla coque o in camicia per approfittare al meglio delle loro grandi qualità nutritive.
  12. Evitate di consumare frutta e dolci a fine pasto perchè provocano gonfiore di stomaco: mangiatene a colazione o comunque a stomaco vuoto (4 ore dopo un pasto solido).
  13. Limitate il consumo di zucchero, sale, caffe', te', cacao, spezie, cibi piccanti, alcolici (non piu' di 1/2 l di vino o birra al giorno). Evitate i superalcolici, le bibite zuccherate e gasate e i dolcificanti non naturali.
  14. Mangiate quanto piu' possibile cibi naturali ovvero con meno trasformazioni tecnologiche possibile: evitate i cibi in scatola, i cibi con conservanti, i fritti. Cucinate in modo semplice.
  15. Limitate il consumo di cibi raffinati e prediligete i cibi integrali ma assicuratevi sempre che siano di origine biologica; altrimenti conterranno una dose maggiore di pesticidi rispetto agli alimenti raffinati.
  16. Se desiderate perdere/aumentare peso: fatelo ad un ritmo di 2 kg/mese (1 kg ogni 2 settimane), e' l'unico modo per raggiungere in benessere e definitivamente il vostro peso-forma. Se desiderate perdere peso, evitate di combinare piu' alimenti ricchi di carboidrati (pane, pasta, riso ecc.) contemporaneamente: vi aiutera' a non mangiare piu' del dovuto. Eliminate i super-alcolici.
  17. Evitate le diete alimentari temporanee in grado di farvi perdere molti chili in poco tempo nonchè le diete "bizzarre": sono sacrifici dannosi e inutili. Adottate gradualmente ma permanentemente non una dieta ma un'educazione alimentare corretta divenendo cosi' fautori consapevoli del vostro benessere.
  18. In condizione di stress e riabilitazione fisica, aumenta il fabbisogno vitaminico (ca. il doppio) per l'aumentata attivita' metabolica. Occorre quindi un'alimentazione rigenerante ovvero ricca di frutta, verdura e cibi integrali biologici. Il discorso vale anche durante gravidanza e allattamento: la nutrizione materna assume un ruolo determinante (inclusa quella pregressa anche se in minor misura).
  19. Considerate la possibilità di utilizzare un integratore naturale, quale ad esempio il gel di aloe vera o l’argilla ventilata (a uso orale) in quanto, purtroppo, i cibi che attualmente consumiamo sono solitamente molto impoveriti di oligoelementi (vitamine e sali minerali) indispensabili per il buon funzionamento del ns. organismo.
  20. Ricordate che due ulteriori fattori sono indispensabili per la salute: corretta attività fisica (incluso una buona postura e una respirazione corretta) e corretto atteggiamento mentale.

Esempio di corretta alimentazione giornaliera
Colazione
  • Frutta o spremuta o centrifugato
  • Dolce fatto in casa o fette biscottate (integrali biologiche) con marmellata
Pranzo
  • Pasta e legumi con olio d'oliva extravergine crudo o Pasta al pomodoro con parmigiano o pesce
  • Insalata mista condita con olio d'oliva extravergine
Merenda
  • Biscotti con tè verde o centrifugato di frutta o frutta
Cena
  • Minestrone di verdure con olio d'oliva extravergine crudo piu' pane o pasta o riso o farro
  • Insalata mista condita con olio d'oliva extravergine

Educazione Alimentare:

Approfondimenti del capitolo:
Argomenti correlati:

Siti correlati:

Bibliografia essenziale:

Corsi inerenti:
Newsletter

Ricerca avanzata


- Educazione alimentare
- Educazione fisica
- Educazione mentale
Home - Presentazione - AssoTIB - Terapie e Consulenze - Corsi - Pubblicazioni e Conferenze - Mappa Sito - ContattiSu

Pagina aggiornata il 10/12/2007
TIBodywork Institute srl - Dr. Giovanni Chetta - AssoTIB - www.giovannichetta.it - info@giovannichetta.it
20862 Arcore (Monza e Brianza) - via Casati 201, Italy, tel +39 0396014575
Disclaimer e copyright